Teatro Lo Spazio, presentata al pubblico e alla stampa la stagione 2016-2017

teatro lo spazio (9)

Giovedì 22 settembre alle 18.00 incontro pubblico insieme ad attori, registi e autori degli spettacoli in programma. Tante e variegate le proposte anche quest’anno, con un filo conduttore che lega molti dei lavori inseriti nel cartellone alla tematica delle donne e alle loro storie personali.

FOTO DI FABIO SPAGNOLETTO

 Dalle donne di mafia, a quelle vittime di violenze, dalle donne dei potenti alle “fate disincantate” delle favole; donne sopravvissute a campi di sterminio o a bombardamenti o più semplicemente ad una storia d’amore finita male e banalmente ad un matrimonio fatto di ipocrisia. Tante storie di donne, verranno raccontate negli spettacoli in programma per la stagione 2016-2017. Come da tradizione, il teatro Lo Spazio prosegue nell’impegno sui temi d’attualità. Dopo una stagione dedicata alle tematiche della diversità e dei diritti civili, il cartellone 2016-2017, affronterà  il tema delle mafie. Lo farà attraverso il punto di vista delle donne, la mafia vista dai loro occhi e attraverso le loro storie di sottomissione e di ribellione, in alcuni casi pagata con la vita, il teatro Lo Spazio, cercherà di affrontare e far riflettere su quello che è la mafia e come la si vive da dentro.

teatro lo spazio (7)

Mita Medici, presenta “Matrimoni ed altri effetti collaterali” in scena dall’8 al 13 novembre

 Dall’11 al 16 ottobre andrà in scena “Ogni volta che guardi il mare” di Mirella Taranto con Federica Carruba Toscano, per la regia di Paolo Triestino, un disegno poetico ed epico di Lea Garofalo, testimone di giustizia e vittima della ‘Ndrangheta. Si racconterà anche la storia di Rita Atria, ragazza di 17 anni che si ribellò alla famiglia mafiosa e divenne testimone di giustizia, protetta da Paolo Borsellino, si suicidò dopo la morte di quest’ultimo. Sua madre devastò a colpi di mazza la sua lapide, come ultimo gesto di ripudio di quella figlia che osò ribellarsi al “codice d’onore” della mafia. “Rita Atria, un’adolescente contro la mafia” scritto da Federico Rallo e diretto da Caterina Venturini, vedrà la partecipazione proprio di Federico Rallo, ex mafioso oggi collaboratore di giustizia, impegnato nella divulgazione della cultura contro le mafie, anche attraverso il teatro, come ha spiegato il direttore artistico del teatro Francesco Verdinelli durante la presentazione della stagione teatrale il 22 settembre alle 18.00 proprio al Teatro in via Locri; insieme a lui, la giovane Maurizia Grossi nella parte di Rita Atria, Giuseppe Ruzzo e Maurizio Palladino.

teatro lo spazio (5)

Paolo Triestino, regista di “Ogni volta che guardi il mare”, in scena dall’11 al 16 ottobre

Il lavoro andrà in scena dal 10 al 15 gennaio 2017.  Poi ancora sullo stesso tema “Viva Falcone” di e con Antonio Lovascio dal 18 al 23 ottobre, omaggio teatrale alla vita e al lavoro di Falcone e Borsellino, in maniera particolare nei loro ultimi giorni di vita; “I cento Pazzi” di e con Giovanni Guardiano, incentrato sul primo grande maxiprocesso per mafia della storia italiana (21-16 febbraio 2017) e “Come Fratelli” di Giovanni Libeccio sempre sui rapporti familiari all’interno della mafia (20 e 21 maggio 2017).  Le donne torneranno ad essere protagoniste nei lavori di  Simone Cristicchi e Ariele VincentiLe Marocchinate”, dove la Storia e drammi personali si fondono (25-30 ottobre) e “Ti Amo Maria, in Jazz” di Giuseppe Manfridi (1-6 novembre). Uno spettacolo particolare quest’ultimo dove si racconta la storia di un pianista jazz che incontra una donna, Maria, che ha fatto parte del suo passato e con la quale intende ricominciare, ma la storia prenderà una piega drammatica. Uno spettacolo dove musica jazz e tematiche forti come quella dello “stalking”, si confrontano come mai è successo prima. Dopo la piece teatrale ci sarà un concerto di musica jazz dal vivo. “Ti Amo Maria, in Jazz” di Giuseppe Manfridi, vede la partecipazione di Nelly Jensen, Marcello Micci e di un grande musicista come Max D’Avola, oltre che dello stesso Manfridi, che ha voluto scherzare sull’assenza del solo D’Avola di tutti i protagonisti dello spettacolo, alla presentazione dello stesso in occasione della conferenza stampa di presentazione del 22 settembre: “Mi auguro che D’Avola non ci darà buca la sera della prima, altrimenti trovare un altro sassofonista come lui all’ultimo momento, non sarà facile”.

teatro lo spazio (6)

Laura Cioni, in scena con il monologo “Io Sono” il 22 dicembre, lavoro con il quale si è classificata 3a al concorso dei corti del Teatro Lo Spazio

Donne ancora protagoniste in “Ascoltami” di Antonella Granata (7-12 marzo 2017), “Conferenza al verticedi Robert David MacDonald, con Valerio De Silva e Annalisa Insardà (14-19 marzo 2017) dove si immagina, un incontro, nella realtà mai avvenuto, tra Clara Petacci ed Eva Braun, un gioco lucido ed analitico che va alla radice del concetto di dittatura e “Sotto un cielo azzurro”(in scena dal 18 al 23 aprile), dove si racconta la storia di Nina sopravvissuta al bombardamento del quartire di San Lorenzo a Roma. Protagonisti della piece Liliana Eritrei, Marina Locchi, Monica Cecchini, Camilla Bianchini, Lavinia Origoni, Simona Ciammaruconi,  Claudio Morici e Lorenzo Benvenuti.  Un’opera corale, che farà rivivere nuovamente un dialetto romano antico, che non esiste più, ma che era la lingua del popolo all’epoca dei fatti.

Mita Medici sarà poi protagonista di “Matrimoni ed altri effetti collaterali” insieme a Carlo Ferreri e Annalisa Insardà, diretti da Manuel Giliberti ( dall’8 al 13 novembre)

Non mancheranno grandi classici in cartellone come “Novecento” di Alessandro Baricco (24-29 gennaio), con Flavio De Paola e “Aiace” con Viola Graziosi e Graziano Piazza, tratto dal testo di Ghiannis Ritsos nell’adattamento di Matteo Borghi, dal 2 al 7 maggio 2017.

_MG_3248

Graziano Piazza e Viola Graziosi, saranno protagonisti di “Aiace” di Ghiannis Ritsos, in scena dal 2 al 7 maggio

Omaggi quindi a grandi autori come Wilde (dal 15 al 27 novembre “Ballata Notturna con Oscar Wilde”, che vedrà la partecipazione straordinaria di Pamela Villoresi come voce fuori campo); Bukowski (“Lo Zoo di Bukowski” dal 31 gennaio al 5 febbraio 2017 diretto da Angelo Longoni) e Ionesco (13-19 febbraio 2017 “La Lezione di Ionesco” di Gian Renzo Morteo, con Fabio Galardini, Alessandra Allegrini e Simona Meola)

Durante la stagione sono previsti matinée per le scuole, rassegne, serate musicali, vernissage d’arte ed esposizioni.

teatro lo spazio (11)

Francesco Verdinelli, direttore del Teatro Lo Spazio

Si comincia martedì 27 settembre alle ore 20.30 con la prima di “Asso di Monnezza- i traffici illeciti di rifiuti a Roma e dintorni” di e con Ulderico Pesce, un viaggio tra racconti vecchi e nuovi e vecchi scandali relativi ai rifiuti.

Il direttore Francesco Verdinelli ed il Direttore di sala Salvatore Militello  hanno annunciato all’inizio della presentazione come quest’anno l’orario d’inizio degli spettacoli serali sarà anticipato di 15’ rispetto alla passata stagione, con inizio tutte le sere alle 20.30 e che per la prima volta sarà attivata una campagna abbonamenti.

Tutte le info su spettacoli, orari, campagne abbonamenti e prezzi su www.teatrolospazio.it

GALLERIA FOTOGRAFICA A CURA DI FABIO SPAGNOLETTO

A proposito di Daniele Crescenzi

Ideatore e direttore di RomaSuonaBene e www.zetaemme.it