Sud Sound System, Bag a Riddim Band e Richie Stephens, a Villa Ada è festa!

SUD SOUND SYSTEM (8)

A Villa Ada Roma Incontra Il Mondo continuano i grandi concerti: è la volta della storica band salentina, i Sud Sound System, che sono in tour per la promozione del loro ultimo album “Sta Tornu” uscito nel 2014.

“ca la vera cultura è cu sai vivere

cu biessi testu ma sempre sensibile

puru ca la vita ete dura è meiu sai amare

puru quannu te pare ca ete impossibile”

Poter assistere ad un concerto da una posizione privilegiata come quella sottopalco ti offre l’opportunità di dare uno sguardo al pubblico, che è un chiaro indicatore del tipo di musica che stai andando ad ascoltare e della longevità del gruppo (e probabilmente, forse esagero, anche della loro visione della vita).

Ho visto persone di ogni età, dagli adulti ai ragazzi, da quelli con i capelli colorati a chi predilige mise più sobrie, e anche qualche bambino, proprio in prima fila, luogo che di solito li esclude e che rimane appannaggio dei fans più scatenati. Ma il bello di un concerto dei Sud Sound System è proprio questo, c’è spazio per tutti, ci si può divertire insieme nel rispetto reciproco, basta solo avere voglia di ballare e cantare senza sosta!

SUD SOUND SYSTEM (3)

Un ritmo incalzante ha dato il benvenuto all’ arrivo del gruppo sul palco che sin da subito ha dato il meglio di sé.

L’ esperienza e l’ottima presenza scenica saltano subito all’ occhio e una selezione dei loro brani più conosciuti ha scaldato immediatamente il pubblico di Villa Ada. Credere che cantare in dialetto possa essere una barriera di comprensione ed una chiusura è quanto di più distante dalla realtà: il significato delle parole accompagnato dalla musica diventa per magia semplicemente comprensibile, c’è una forza espressiva nei termini dialettali e un suono insito nelle parole stesse che si sposa perfettamente con la musica e fa in modo che avvenga un’ interiorizzazione intima del loro significato.

SUD SOUND SYSTEM (16)

E’ così che un’inno alle origini come “Le radici ca tieni” diventa un momento collettivo di forte emozione. La premessa del gruppo con la denuncia sugli interventi di speculazione che sono in Salento ha catalizzato l’attenzione del pubblico. La canzone ci invita a rispettare le nostre origini e a difendere la nostra terra da chi la vuole solo sfruttare e distruggere e a non dimenticare da dove veniamo perché solo così saremo in grado di rispettare e comprendere le culture dei paesi lontani.

SUD SOUND SYSTEM (12)

E a riprova di ciò il momento clou del concerto è stato l’ arrivo sul palco dalla Jamaica di Richie Stephens, grande ospite della serata che ha collaborato con i Sud Sound System al brano “Internationally”. Sul palco hanno dato vita a una divertente coreografia e il ritmo incalzante e la magia del reggae giamaicano hanno trascinato il pubblico in un ballo scatenato e incontenibile. La musica dimostra come ci si possa sposare perfettamente anche tra sonorità e culture lontane, il mix di reggae jamaicano e taranta è stato una tra i momenti più entusiasmanti dello spettacolo.

SUD SOUND SYSTEM (15)

Le canzoni dei Sud Sound System ricordano a tutti noi quanto poco basti per poter vivere felici e in armonia gli uni con gli altri, c’ insegnano la tolleranza e il rispetto, l’ apertura mentale verso ciò che è diverso che può solo arricchire le nostre vite, il tutto all’ insegna della Musica!

GALLERIA FOTOGRAFICA A CURA DI VALENTINA VENDITTI

SUD SOUND SYSTEM

RICHIE STEPHENS

A proposito di Valentina Venditti